Vellutata di cicerchia con chips di tapioca soffiata

Terzo e ultimo abbinamento…

Le RICETTE VEG “Tre vini green per tre piatti veg” e i TRE VINI GREEN CANTINA SENSI

Con questa ricetta, si conclude la presentazione dei tre nuovi Vini Green della Cantina Sensi, una ricetta speciale che accompagna un vino altrettanto speciale… il NINFATO.

Vellutata di cicerchia con chips di tapioca soffiata e NINFATO Sangiovese

L’ ultimo Vino Green della Cantina Sensi che vi presento, il Ninfato, è in abbinamento ad una ricetta davvero speciale: la vellutata di cicerchia con chips di tapioca soffiata. Un Sangiovese dal colore rosso intenso, di buon corpo e con delicati aromi di ciliegia e frutti a bacca rossa, che rappresenta un’ innovazione nel campo dei vini senza solfiti. E’ ottenuto con un processo di vinificazione naturale ed evitando dalla raccolta delle uve fino all’imbottigliamento del vino, l’utilizzo di solfiti aggiunti, limitando la presenza al solo valore di 9 mg/l. Gli antichi sistemi di vinificazione toscani danno vita a un vino che coniuga la salubrità di uno stile di vita sano e attento ad un’alimentazione più equilibrata e naturale.

Ingredienti

300 grammi di cicerchie già ammollate (meglio se decorticate)
40 grammi di cipolla
maggiorana
1 cucchiaio di liquore Sambuca
Olio EVO q.b.
Sale
Pepe in grani
60 grammi di feta greca (o formaggio vegetale spalmabile)

Per le chips di tapioca 

100 grammi di tapioca
sale

Procedimento

Rosolate con un filo di olio caldo la cipolla tritata, versate la cicerchia e lasciate insaporire, versando a poco a poco il liquore Sambuca.

Aggiungete un litro e mezzo di acqua calda e lasciate cuocere per circa un’ora e mezza a fuoco basso.
Frullate il tutto unendo un filo di olio EVO a crudo.

Passate la crema al colino per renderla vellutata.

Completate la crema con foglioline di maggiorana fresca, un giro di olio, i pomodori secchi tagliati a julienne, la feta greca (o il formaggio vegetale) sbriciolata o con la forma di una quesnelle e spolverate con una manciata di pepe in grani.

Per le chips di tapioca

Stracuocete la tapioca, in abbondante acqua salata fino a ridurre il tutto in poltiglia, frullate e stendete su due fogli di carta forno.

Essiccate il tutto in forno a 65° per 6/8 ore.

Friggete in olio di semi a 190°.

La cicerchia è un legume antico appartenente alla famiglia della Fabacea, ormai quasi dimenticato. Viene coltivata in Italia solo nella parte Centrale e Meridionale della penisola. Si può trovare in commercio secca, con la buccia o decorticata. Il suo sapore è un misto tra quello delle fave e dei piselli. Si caratterizza per un buon contenuto di ferro e vitamine. Una qualità molto pregiata, che ha anche ricevuto il presidio di Slow Food, è quella coltivata nelle Colline nel territorio di Serra de’ Conti, sulle Colline del Verdicchio, con tecniche a basso impatto ambientale, la cicerchia di questi luoghi è piatta e spigolosa con colori che vanno dal grigio al marrone maculato e ha bisogno di minor tempo di ammollo e di cottura. A grandi quantità, può essere tossica, perché sviluppa due tipi di tossine, ciò può essere evitato prolungando il tempo di ammollo e facendo un buon lavaggio oppure trovando dei semi in commercio esenti da tossine.

EL

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *